Come affrontare l'essiccazione invernale Burn in the Garden

L'inverno non è un periodo facile - per l'uomo e le piante. Fa freddo e in alcune zone, anche quando c'è neve sul terreno, è facile disidratarsi grazie ai venti brutali. Per le piante, è facile riconoscere la siccità in estate quando fa caldo e secco, ma le piante possono soffrire di siccità e venti anche in inverno. Quando ciò accade, è noto come essiccazione invernale o ustioni invernali.

È la fine dell'inverno e anche le piante più difficili del mio cortile sono andate a dormire per la stagione. Poiché la maggior parte della vita vegetale della mia proprietà è originaria della zona, non ho molti lavori di preparazione da fare in autunno.

Raramente mi preoccupo di quale tipo di danno potrebbe accadere nel mio giardino poiché di solito ho tirato fuori tutte le mie verdure e raramente mi aspetto che qualsiasi (oltre alle normali piante perenni) riesca a superare i mesi freddi.

L'essiccazione invernale non è qualcosa a cui penso, ma per coloro che hanno piante non autoctone, tenere perenni o sempreverdi, le dure condizioni invernali secche possono provocare disastri per la tua vegetazione se non prendi le precauzioni necessarie. Capo tra loro? Essiccazione invernale.

Che cos'è l'essiccazione?

Sembra una malattia orribile. No? L'essiccamento non è di origine fungina o virale, tuttavia. È una parola che descrive una completa mancanza di umidità. Quando usato per riferirsi alla vita delle piante, caratterizza una pianta che è stata completamente assorbita dal suo contenuto di acqua ed è completamente secca o essiccata.

Più specificamente, l'essiccazione si verifica quando una pianta perde una quantità eccessiva di umidità nell'atmosfera, sia perché non attira abbastanza umidità dal terreno - come in inverno quando il terreno è congelato - o perché qualcosa come un vento secco sta rimuovendo l'umidità troppo velocemente.

Senza acqua, le piante non possono sopravvivere. Se una pianta perde completamente il suo contenuto d'acqua, si secca. Questo può accadere in qualsiasi momento dell'anno, ma è particolarmente preoccupante in inverno.

Segni di essiccazione

Il fogliame morto e brunito è il principale segno di ustioni invernali. Lo scolorimento inizia in genere sulle punte del fogliame o degli aghi che si muovono verso l'interno. Sulle piante a foglia, il fogliame può mostrare segni di spotting.

Più comunemente vedi essiccazione sui sempreverdi perché non entrano in un periodo di dormienza durante l'inverno. Se non riescono ad accedere all'acqua con le loro radici perché il terreno è ghiacciato, si asciugheranno. Se il vento invernale è troppo intenso, si asciugheranno. Le piante dormienti non stanno provando a respirare durante l'inverno, quindi non è un tale problema.

Come si verifica l'essiccazione?

L'essiccazione si verifica quando una pianta perde umidità senza essere in grado di reintegrare il suo approvvigionamento idrico attraverso le sue radici. In inverno, l'essiccazione si verifica spesso a causa dell'aria secca e dei venti. L'essiccazione invernale può anche verificarsi se una pianta sta tentando di attirare l'umidità dal terreno ghiacciato.

Piante comunemente colpite dall'essiccazione invernale

Le piante giovani e appena piantate sono le più sensibili all'essiccazione invernale. Le piante con foglie larghe hanno maggiori probabilità di subire danni da essiccazione rispetto agli alberi sempreverdi, sebbene i sempreverdi siano ancora vulnerabili a questo tipo di danno.

L'erba è anche suscettibile all'essiccamento se lasciata esposta in inverno. Se la copertura nevosa non è sufficiente, l'area erbosa esposta potrebbe "bruciare", morire e diventare marrone.

Le piante a radice bassa hanno maggiori probabilità di subire danni da essiccazione rispetto alle piante a radice profonda. Alcune piante sono sensibili al vento e dovresti coprirle per prevenire l'essiccazione causata da forti venti.

Le piante in un giardino con terreno povero hanno anche maggiori probabilità di diventare essiccate se esposte a condizioni invernali rigide rispetto alle piante che vivono in un terreno sano e fertile.

Come affrontare i danni causati dall'essiccamento

Sfortunatamente, per la maggior parte delle piante, un grave danno da essiccazione invernale segnala la fine della vita. Il danno grave è irreversibile e spesso colpisce l'intera pianta. Quando sono colpite le punte degli aghi o delle foglie, la pianta abbassa il fogliame e di solito produrrà una nuova crescita durante la stagione di crescita. Puoi applicare fertilizzanti in primavera per incoraggiare una nuova crescita.

La tua migliore strategia è quella di evitare del tutto l'essiccamento. Al di fuori dell'inverno, ciò comporta frequenti annaffiature, soprattutto per nuovi trapianti e giovani alberi. La pacciamatura attorno alla vita delle piante è un altro modo per aiutarli a conservare l'umidità.

Dirigendoti verso l'inverno, assicurati di continuare l'irrigazione fino a quando il terreno non è congelato per fornire alle tue piante da giardino abbastanza umidità. Coprire alberi giovani, trapianti e arbusti è un altro modo per prevenire l'essiccamento causato da forze esterne (ad esempio venti forti, freddi e secchi). La tela da imballaggio è un materiale di copertura invernale comune.

Le piante sane e ben stabilite hanno molte più probabilità di sopravvivere a dure condizioni che causano l'essiccazione rispetto a quelle malsane e tenere.

Prevenzione dell'essiccazione

Per evitare danni e lesioni all'essiccazione invernale, provare le seguenti strategie:

  • Piante acquatiche adeguatamente, soprattutto con l'avvicinarsi della stagione invernale. Applicare pacciamatura per conservare l'umidità o installare sistemi di irrigazione per garantire un approvvigionamento costante di acqua durante tutto l'anno.
  • Usa spray per la conservazione dell'umidità che ricoprono le piante di una sostanza simile alla cera e impediscono al fogliame di perdere umidità.
  • Prevenire fisicamente la perdita di umidità coprendo piante tenere o usando altri tipi di barriere per evitare danni del vento e conseguente essiccazione.

Piante tolleranti all'essiccazione

Ci sono alcune piante che sono in grado di sopravvivere a gravi privazioni d'acqua e, in effetti, sono resistenti all'essiccazione invernale. Una pianta resistente all'ustione invernale è un po 'diversa da una pianta resistente alla siccità. Le piante resistenti alla siccità possono gestire un approvvigionamento idrico limitato per un certo periodo di tempo. Spesso sono in grado di immagazzinare acqua nel loro fogliame.

Le piante tolleranti all'essiccazione possono perdere oltre il 90% del loro contenuto d'acqua e rimanere ancora in vita. La felce della risurrezione è una delle piante più note tolleranti all'essiccazione. Quando l'umidità è sparita, sembra sicuramente morta, ma in realtà è viva.

Le piante di risurrezione e le piante aeree sono le uniche piante che possono essere riportate dai morti dopo che sono state risucchiate dall'umidità. Le piante di resurrezione sono resistenti all'essiccazione invernale. Le piante ad aria, d'altra parte, semplicemente non hanno bisogno di quanta più acqua di altre piante d'appartamento nella tua casa.

Che ci crediate o no, sono riuscito a uccidere alcune piante aeree ai miei tempi. Una volta per eccesso di acqua e un'altra volta a causa di un trauma - la pianta è stata buttata giù dal trespolo. Mio marito insiste che la caduta non è stata la causa della morte della pianta, ma sono ragionevolmente sicuro che lo sia stata.

L'impianto di risurrezione è in grado di sopravvivere anche se quasi completamente privo di approvvigionamento idrico per mesi e mesi. Esistono diversi tipi di piante di risurrezione, ma la più nota è la Rosa di Gerico. A tutti gli effetti, appaiono morti quando sono in uno stato di essiccazione invernale, ma quando reidratati, si spiegano e si rianimano.

Le piante ad aria sono allo stesso modo in grado di sopravvivere a periodi di siccità. Quando si verifica una mancanza di umidità, le foglie si accartocciano e si accartocciano. Le piante ad aria non hanno bisogno di terra. Invece, fanno affidamento sulle loro foglie per catturare tutti i nutrienti e l'umidità necessari per sopravvivere.

Le piante ad aria non sopravvivono sempre quando si sono prosciugate, ma se vedi un po 'di colore sulle foglie, c'è ancora una possibilità di salvare la tua pianta.

Essiccazione nelle piante d'appartamento

L'essiccazione non è solo un problema di impianto esterno. Può verificarsi al chiuso a causa della mancanza di irrigazione. Conosco bene il problema dell'essiccazione delle piante da interno perché sono un proprietario di piante smemorato. Ho le migliori intenzioni, ma è difficile ricordare le esigenze specifiche di umidità di ogni pianta della tua casa!

Con l'aria secca interna fornita con il riscaldamento invernale, questo può essere un problema particolare nei mesi più freddi. Sfortunatamente, non puoi riportare indietro la maggior parte delle piante da interno dopo che si sono asciugate completamente.

Come ravvivare le piante essiccate all'interno

Per le piante d'appartamento, immergi la tua pianta colpita in una ciotola o un contenitore di acqua tiepida. Assicurati di tenerlo lontano da correnti d'aria o aria fredda. Lasciare la pianta per un massimo di 12 ore. Rimuovilo dall'acqua e lascialo asciugare all'aria. Resoak secondo necessità. Rimuovi eventuali foglie morte. Se dopo un ammollo multiplo e un'asciugatura completa la pianta non appare migliore, potrebbe essere un segno che è andata per sempre.

Ho usato due volte il metodo di ammollo per tentare di far rivivere un impianto ad aria, ed entrambe le volte le mie piante ad aria erano irreparabili. Ho sentito che funziona, però! Mi aspetto che una parte del mio problema sia stata la mancanza di pazienza e un luogo troppo freddo.

The Bottom Line on Winter Burn

Il tuo miglior strumento contro l'essiccamento invernale è prevenirlo in primo luogo, ma ora che sai cosa cercare, puoi essere pronto ad affrontare il problema se si presenta.

Proteggendo e mantenendo in salute le tue piante, puoi dare loro una possibilità di combattere contro le ustioni invernali.