Muffa lanuginosa: identificazione, piante a rischio, prevenzione e trattamento

La maggior parte dei proprietari di case può facilmente individuare i segni di muffa polverosa nel loro giardino. I segni rivelatori di uno zucchero a velo che sembra sostanza sulle cime delle foglie delle piante sono difficili da perdere. La peronospora è un po 'meno ovvia.

La peronospora si nasconde sul lato inferiore delle piante. Molti giardinieri non se ne accorgono nemmeno finché l'agente patogeno simile alle alghe non ha già fatto morire di fame foglie d'acqua e sostanze nutritive. Sfortunatamente, quando le foglie mostrano quell'aspetto granuloso e essiccato che indica la peronospora avanzata, è troppo tardi per trattare efficacemente. Ecco perché la prevenzione e l'individuazione precoce sono strumenti chiave nella lotta contro la peronospora.

Informazioni sulla peronospora

Immagine via Wikipedia

Molti di noi giardinieri considerano la peronospora come un agente patogeno fungino. Tuttavia, in realtà funziona più come le alghe. Da una prospettiva scientifica, si chiama oomycete . È trattato come un ibrido perché è simile alle alghe nella sua biologia, ma i fungicidi sono in qualche modo efficaci nel suo trattamento.

Indipendentemente dal fatto che lo valuti come un agente patogeno fungino o alghe parassite, può essere un grosso problema per le tue piante. A temperature comprese tra 50-70ºF, nuota attraverso l'acqua nel terreno per raggiungere gli ospiti della pianta adatti. Quindi, quando piove o innaffia le tue piante, la peronospora rimbalza in gocce d'acqua sul lato inferiore della pianta.

Da lì, inizia a parassitare le foglie delle piante succhiando acqua e sostanze nutritive. Come una fioritura di alghe, si espande su più parte della superficie fogliare. Il vento, la pioggia e l'irrigazione lo spostano da una foglia all'altra fino a quando l'intera pianta non inizia a mostrare segni di clorosi (mancanza di nutrienti) e lotta per sopravvivere.

Non è una bella immagine quando le tue piante cedono alla peronospora. Foglie croccanti, frutti non maturi o in decomposizione e un aumento degli attacchi di insetti sono parte integrante di essere colonizzati da questo patogeno simile alle alghe fungine. Fortunatamente, ci sono alcune cose che puoi fare per limitare i rischi e controllare gli impatti della peronospora nel tuo giardino.

Identificazione della peronospora

Forest & Kim Starr [CC BY 3.0 us]

Come ho detto all'inizio di questo post, la peronospora è di solito notata solo quando ha già fatto gravi danni alle piante. Tuttavia, se sai cosa cercarlo, è facile individuarlo in anticipo.

Segni in anticipo

Un posto, infatti, è esattamente la cosa che stai cercando. La peronospora il più delle volte sembra una macchia d'olio sulle foglie quando inizia. Mentre avanza, assume un aspetto lanuginoso sul lato inferiore delle foglie che è stato descritto come cotonoso. Quel piumino può quindi passare dal biancastro al colore più scuro, tendendo al grigio-nero.

Segni tardivi

Gli effetti tardivi della peronospora sulle cime delle foglie sono spesso ciò che la maggior parte dei giardinieri nota per prima. Di solito inizia come macchie gialle vicino alla vena delle piante. Quindi, si espande lungo tutta la vena centrale delle foglie e assomiglia molto alla clorosi azotata.

Segni finali

Successivamente, le foglie possono assumere un aspetto granuloso quando iniziano a seccarsi. I bordi si arricciano. Improvvisamente, le tue foglie sembrano croccanti patatine fritte. Sfortunatamente, quando si arriva a questo stadio, di solito non è solo una foglia, ma gran parte della pianta è fritta.

A meno che i tuoi frutti non siano quasi pronti per la raccolta quando arrivi a questa fase avanzata dell'infestazione, potresti essere nei guai. Una volta che l'oidio prende il sopravvento, le tue piante probabilmente non avranno la capacità delle foglie di raccogliere abbastanza sole per fotosintetizzare i nutrienti necessari per completare il lavoro di crescita dei frutti fino alla maturità.

Questo agente patogeno di solito non uccide del tutto le tue piante. Ma può ridurre drasticamente la produttività e rendere impossibile ottenere un raccolto.

Piante a rischio

David B. Langston, Università della Georgia, Stati Uniti [CC BY 3.0]

La peronospora è ciò che chiamiamo un parassita obbligato. Questa è una frase divertente per descrivere il fatto che questo succhiatore di piante è specifico per l'host. Quindi, la stessa peronospora che è sui tuoi girasoli non può saltare ai tuoi cetrioli. Tuttavia, ci sono circa 600 tipi noti di peronospora, molti dei quali possono infettare una vasta gamma di piante tra cui frutta, verdura e piante ornamentali.

Per i proprietari di case, ecco le piante che vorresti tenere d'occhio:

- Cucurbit

Qualsiasi pianta della famiglia Cucurbit è a rischio di peronospora. Questo include tutti i tuoi cetrioli, zucca, anguria, melone, zucche e altro ancora. Queste piante sembrano essere abbastanza suscettibili alla peronospora in aree che sono già eccessivamente umide (ad esempio, dove vivo nella Carolina del Nord).

- Basilico

Quel delizioso basilico dolce che coltivi per abbinare i tuoi pomodori e la mozzarella fresca fatta in casa è altamente a rischio di peronospora se provi a coltivarlo in condizioni di umidità fresca. La buona notizia è che al basilico piace il caldo, quindi se aspetti un po 'più tardi per piantare il basilico, puoi ridurre i rischi.

- Uva

La peronospora nell'uva dilaga. Si è diffuso dagli Stati Uniti alla Francia alla fine del 1800 e poi in tutta Europa fino al resto del mondo.

Ora i gestori dei vigneti di tutto il mondo prendono diligentemente ogni precauzione per evitarlo. In tutto il mondo, esiste una sola regione remota in Sudafrica dove la peronospora non dilaga completamente nei vigneti. Altrimenti, tutte le uve sono a rischio.

Non sono solo le foglie ad essere colpite. Il frutto può ospitare anche la peronospora, rendendola spesso inutilizzabile.

- Girasoli

I girasoli, che sono un'aggiunta bella e gustosa a qualsiasi fattoria, sono soggetti a peronospora. Ancora una volta, simile al basilico, poiché i girasoli adorano il caldo, piantarli quando il terreno rimane al di sopra di 70ºF può ridurre i rischi.

- Lattuga

Anche la lattuga, come i suoi girasoli, è sensibile a questo patogeno. Poiché la lattuga cresce vicino al suolo, può essere difficile prevenire le infezioni. Piantare cultivar di lattuga resistente alla peronospora può aiutare.

- Legumi

I semi di soia sono altamente sensibili alla peronospora. Per fortuna, però, i semi di soia tendono a tollerare meglio le infestazioni rispetto ad altre piante.

Le fave possono anche essere un host per lo stesso patogeno di peronospora che infetta la soia. Anche i piselli possono essere a rischio. Tuttavia, la misura in cui queste piante sono infastidite varia selvaggiamente dalla varietà coltivata.

- Spinaci

Gli spinaci sono un ospite perfetto per la peronospora. I coltivatori biologici di tutto il mondo hanno avuto problemi nella gestione della peronospora negli spinaci perché i fungicidi organici hanno un'efficacia limitata come trattamento. Inoltre, gli spinaci richiedono condizioni di umidità fresche per crescere bene, ideali anche per lo sviluppo di peronospora.

- Piante ornamentali

Numerose piante ornamentali sono anche a rischio di peronospora. Gli impatiens sono l'esempio più notevole perché la peronospora ha avuto un grande impatto economico sui vivai che li coltivano. Anche le rose sono a rischio. Anche se la peronospora non può uccidere le piante ornamentali, le rende esteticamente poco attraenti.

- Luppolo

A meno che tu non sia un produttore di birra o produca medicinali a base di erbe, quest'ultima vittima di peronospora potrebbe non avere alcun impatto su di te. Ma, nel caso in cui stai coltivando il luppolo, la peronospora è il secondo più grande assassino di giovani piante di luppolo. Il luppolo richiede molta umidità per crescere bene, il che, sfortunatamente, li rende un bersaglio perfetto per la peronospora che ama l'acqua.

- Altre piante

Francamente, ci sono molte altre piante che stanno iniziando a essere a rischio di peronospora. Anche il tabacco, le more, il mais e molte altre piante hanno qualche rischio di peronospora. Altre variazioni di questi agenti patogeni vengono studiate e documentate regolarmente.

Il ciclo di vita della peronospora

Simile ai patogeni fungini, la peronospora è diffusa dalle spore. Le spore possono essere trasmesse da schizzi d'acqua dal suolo e colpire parti di foglie o essere trasportate dal vento.

Quando entrano in contatto con una pianta ospite adatta, si attaccano alle foglie e iniziano a riprodursi. Le condizioni umide e fredde aiutano le spore a diffondersi rapidamente.

Suckers

Le spore si attaccano principalmente alla parte inferiore tenera delle foglie che sono più delicate e porose delle cime. Lì, a protezione dell'ombra, alcune spore possono rapidamente colonizzare l'intera foglia e rimbalzare su altre foglie in spruzzi d'acqua o con brezze.

Poiché le spore devono vivere nutrendosi di specifici ospiti di piante, quando le foglie alla fine cedono per essere mangiate vive dalle alghe, anche molte spore muoiono. Tuttavia, questo agente patogeno ha un trucco di sopravvivenza. Produce oospore che possono ibernare fino a quando le condizioni sono giuste per la crescita.

oospore

Le oospore cadono sul terreno nelle foglie secche, si spostano e attendono le giuste condizioni per infettare nuove piante. Le fonti dicono che possono rimanere inattive fino a 5 anni, in alcuni rari casi anche più a lungo.

La buona notizia è che anche queste spore dormienti non tollerano bene il freddo. Quindi, la maggior parte degli scoppi di oospore si trovano in zone a clima caldo o in serre. I climi con estese condizioni di congelamento hanno un po 'di protezione naturale da estese infestazioni.

Vettori di trasmissione

Questo agente patogeno può diffondersi tramite la trasmissione del vento su brevi distanze. Può anche diffondersi piantando semi o piante infetti. Le piante infette passano quindi questo patogeno ad altre piante attraverso la trasmissione di acqua o vento. I giardinieri possono anche svolgere un ruolo nella trasmissione di spore da una pianta all'altra sugli strumenti.

Passaggi di prevenzione

Ora che ti ho detto tutte le cattive notizie su questo ooey, appiccicoso oospore che fa oomycete, lascia che ti dia delle buone notizie.

Può essere controllato usando buone pratiche di giardinaggio.

1. Rotazione delle colture

Con l'oidio, la rotazione delle colture è la chiave per ridurre i rischi di reinfezione. Se hai un focolaio di lattuga per un anno, fai una pausa di 5 anni prima di piantare di nuovo la lattuga nei climi caldi. O prenditi un anno libero in climi freddi.

2. Rimuovere le foglie o le piante infette

Rimuovere con cura eventuali foglie infette da peronospora in anticipo per ridurre il rischio di trasmissione ad altre foglie e piante. In caso di grave peronospora, considerare di rimuovere l'intera pianta.

Brucia il materiale vegetale infetto. Oppure, lascialo arrostire a temperature di 95ºF, come sotto la plastica nera, per 6-9 ore prima di aggiungerlo al tuo mucchio di compost caldo.

3. Acqua a destra

Innaffiando il terreno, anziché la pianta, al mattino quando le temperature aumentano, riduci il rischio che il patogeno schizzi sulle foglie. Inoltre, se lo fa, le foglie si asciugheranno rapidamente alla luce del sole e le spore potrebbero non avere la possibilità di crescere prima che si secchino.

4. Pianta in tempo caldo

Questi oomiceti svolgono la maggior parte delle loro sporulazioni a temperature comprese tra 50-60ºF. Piante che amano il calore come basilico e girasole possono essere avviate nei periodi più caldi per evitare il picco di sporulazione.

5. Pacciamatura

La pacciamatura sotto le piante con elementi come compost, paglia, trucioli di legno o muffa delle foglie può ridurre il rischio che le spore schizzino sulle piante. Ciò preserverà anche l'umidità nel terreno e ridurrà la frequenza con cui devi irrigare durante le temperature di picco di sporulazione.

6. Puntata e prugna

Per alcune piante, come la vite o il luppolo, puoi limitare il rischio facendole crescere in verticale. Puoi anche potare le foglie ai livelli inferiori per limitare gli schizzi di terreno e la trasmissione verso l'alto

Il luppolo viene generalmente coltivato su linee che raggiungono i 10-20 piedi. Le viti possono iniziare a partire da 2 piedi da terra. Ma molti coltivatori hanno iniziato a innalzare la prima linea di traliccio per ridurre il rischio di peronospora. Anche le rose possono essere addestrate per crescere bene da terra per una maggiore resistenza alla peronospora.

7. Evitare le monoculture

Nel mio vigneto, con le viti di una pianta che toccano praticamente le viti di quella successiva, devo combattere la peronospora nel mio clima caldo e umido che riceve forti piogge primaverili. Tuttavia, ho anche delle viti trapiantate nel mio orto, intorno ai miei alberi da frutto, che rivestono il mio prato e altro ancora.

Quelle singole piante, mescolate con altre piante, non ottengono mai la peronospora anche se sono ugualmente sensibili. Poiché queste piccole spore devono nuotare lentamente attraverso il suolo, schizzare o prendere il vento per diffondersi, c'è un limite a quanto possono andare lontano. Inoltre, poiché non riescono a scegliere su quale pianta atterrare se metti alcune piante non ospiti tra gli host, è più probabile che atterrino su quelle piante che non possono danneggiare.

8. Piante resistenti

Puoi anche comprare piante resistenti. Anche se la peronospora è presente in alcune piante dalla fine del 1800, non ci sono ancora molte cultivar resistenti. Tuttavia, poiché le temperature si riscaldano in tutto il mondo e alcuni luoghi hanno meno inverni rigidi, la necessità di cultivar resistenti alle malattie è notevolmente aumentata.

Come tale, molti coltivatori di piante hanno iniziato a lavorare per sviluppare opzioni resistenti alla peronospora in tutti i tipi di piante. Ora puoi trovare basilico, lattuga, rose e altro ancora resistenti alla peronospora.

Sfortunatamente, non ci sono viti conosciute che hanno dimostrato resistenza alla peronospora. Tuttavia, le uve Muscadine, come la varietà Noble, sembrano avere una maggiore resistenza naturale quando vengono coltivate usando gli altri strumenti di prevenzione descritti sopra.

9. Fungicida preventivo

Non sono un fan dei fungicidi. Anche quando si utilizzano fungicidi mirati per alcune piante, gli spray tendono ad avere un impatto sui funghi benefici e sui parassiti. Tuttavia, se stai cercando di coltivare la vite in un clima meridionale, potresti non avere altra scelta che sopprimere le spore di peronospora.

Se è necessario commettere fungicidi, optare per fungicidi mirati classificati per l'uso contro la peronospora. Usali solo quando necessario e applica solo quanto necessario per risultati efficaci. Inoltre, considera l'utilizzo di alcuni degli altri metodi sopra descritti per limitare la tua necessità a lungo termine di fungicidi.

Neem e rame sono due soluzioni organiche con una comprovata efficacia. Tuttavia, entrambi hanno i loro svantaggi. Quindi studia prima di spruzzare.

10. I compratori attenti

Il clima caldo e i coltivatori di piante da serra hanno maggiori probabilità di affrontare le sfide della peronospora rispetto alle persone in climi freddi perché le oospore possono svernare e ripresentarsi ogni anno.

Acquistare piante coltivate all'aperto e svernate dalle aree settentrionali può essere più sicuro che acquistare da coltivatori della Florida o della serra ovunque.

Trattamento post-infezione

Ci sono alcune cose che puoi fare dopo un'infezione per rallentare il tasso di progressione o uccidere le spore.

11. Solarizza

Se metti fogli di plastica sulle tue piante in una giornata di sole e alzi il temperato intorno alle foglie a 95 ° F per 6-9 ore, la ricerca mostra che puoi uccidere le spore sulle foglie. Questa non sarà l'opzione migliore per cose come spinaci e lattuga che amano temperature più fredde. Tuttavia, al basilico, ai girasoli e alle viti non dispiacerà terribilmente per un giorno o due.

12. Utilizzare un ventilatore

Su piccola scala, puoi anche far funzionare un ventilatore per asciugare le foglie delle piante durante uno scoppio. Ciò riduce la trasmissione quando accoppiato con la cura delle piante per rimuovere le foglie infette.

Questo è pratico solo se la pioggia arriva nel momento sbagliato ed è seguita da tempo asciutto. Quindi, per la maggior parte dei proprietari di case, non è realistico.

13. Salta il fungicida

Per la peronospora, i fungicidi sono marginalmente efficaci una volta iniziata un'epidemia. Inoltre, questo patogeno ha dimostrato un'attitudine a diventare rapidamente resistente ai fungicidi.

Pertanto, non preoccuparti di usare un fungicida post-infezione ed evita che una brutta situazione diventi un incubo per il futuro. Proprio come la resistenza agli antibiotici: più spruzzi adesso, meno opzioni dovrai lavorare lungo la strada.

Abbasso la muffa lanuginosa

La peronospora non deve essere assolutamente negativa purché tu faccia un po 'di prevenzione per proteggere le tue piante. La maggior parte delle cose che puoi fare per la prevenzione come pacciamatura, picchettamento, trapianto e coltivazione di varietà resistenti, sono solo buone pratiche per rendere il giardinaggio facile comunque.

Solo essendo un buon giardiniere, puoi battere il tuo blues peronospora!

Riferimenti

  • //www.rhs.org.uk/advice/profile?pid=683
  • //ucanr.edu/blogs/blogcore/postdetail.cfm?postnum=9470
  • //journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0126103
  • //www.apsnet.org/edcenter/disandpath/oomycete/pdlessons/Pages/DownyMildewGrape.aspx
  • //apsjournals.apsnet.org/doi/full/10.1094/PDIS-12-17-1968-FE
  • //awaytogarden.com/basil-pressure-fight-devastating-downy-mildew/
  • //www2.ipm.ucanr.edu/agriculture/lettuce/downy-mildew/
  • //vegetablegrowersnews.com/news/downy-mildew-resistant-basil-varieties-now-available/