6 predatori di api comuni e come proteggere il tuo alveare

Se acquisti un articolo tramite link in questa pagina, potremmo guadagnare una commissione. Il nostro contenuto editoriale non è influenzato dalle commissioni. Leggi l'informativa completa.

Come apicoltore, sei orgoglioso di far prosperare e crescere il tuo alveare. Ti piacciono i prodotti che le tue api forniscono, anno dopo anno. Potrebbe essere facile supporre che la tua colonia possa badare a se stessa, e in molti casi può e lo fa, ma ci sono alcuni predatori di api di cui devi essere consapevole, alcuni che puoi respingere e altri che dovresti semplicemente conoscere.

Se qualcosa cambia con il tuo alveare, sarà utile essere in grado di identificare perché e quali predatori di api potrebbero causare cambiamenti improvvisi.

6 predatori di api più comuni in natura

I seguenti predatori sono animali selvatici e insetti che predano le api in modo specifico. Mentre dovresti sempre essere alla ricerca di piccoli predatori parassiti, come l'Acaro Varroa, ce ne sono alcuni altri che possono causare la perdita dell'alveare o persino lo sciame.

1. Orsi

Gli orsi sono probabilmente la prima cosa che ti viene in mente quando pensi ai predatori di api. Sì, stiamo parlando dei grandi orsi: Grizzly e Black and Brown Bears.

Questi giganti selvaggi adorano il miele tanto quanto l'orso Pooh, ma sono molto più grandi e distruttivi di Winnie. Gli orsi che devi cercare non solo godono del miele, ma anche della vera nidiata per il contenuto proteico.

Quando un orso mangia la cena dal tuo alveare, può essere un massacro devastante. Gli orsi possono distruggere un intero alveare facendolo a pezzi o inclinandolo su un lato per raggiungere il miele e le api.

2. Skunk

Saprai se una puzzola ha fatto irruzione nel tuo alveare se ci sono resti di api che giacciono all'esterno dell'alveare. A Skunks piace mangiare le api, e in realtà succhiano le api e sputano le parti che non sono interessate a mangiare.

Una moffetta raccoglierà le api dall'entrata inferiore dell'alveare, quindi se puoi, alza l'alveare a pochi metri da terra. Questo impedirà a questo fastidioso odore di mangiare le tue api. Le moffette non vogliono allungarsi ed esporre la sua pancia morbida alla minaccia delle punture di api.

3. Vespe AKA Beewolves

Gli api sono anche conosciuti come vespe. Questi cattivi insetti preferiscono mangiare le api e usarle per nutrire la loro covata in via di sviluppo. I lupi selvatici scavano nel terreno, dove depongono le loro uova su api paralizzate o morte. Le api vengono mantenute in vita il più a lungo possibile per mantenerle fresche per il consumo delle larve in via di sviluppo.

Secondo Science Daily, gli studi hanno dimostrato che le vespe usano il gas per preservare le api nelle cellule della covata impedendo allo stesso tempo la crescita di batteri e funghi.

Quando un beewolf attacca un'ape, punge e paralizza l'ape. Un'ape può provare a difendersi pungendo; tuttavia, la vespa ha un'armatura potente che può deviare il tentativo delle api di difendersi.

Le vespe entreranno nel tuo alveare e attaccheranno le api al suo interno. In tal modo, stanno anche esponendo l'alveare al pericolo di altri ladri e predatori rompendo le cellule e lasciando che l'aroma dolce del miele scivoli nella natura.

Mentre i beewolves di solito raccolgono alcune api qua e là, questo predatore di solito non provoca la stessa devastazione di alcuni degli altri in questo elenco.

4. Uccelli mangiatore di api

Fortunatamente questo predatore si trova solo in alcune parti del mondo, principalmente in Africa e in Asia. Gli uccelli, in generale, possono scegliere di consumare le api, ma questa famiglia di uccelli, Meropidae, cerca specificamente le api.

I mangiatori di api sono attenti nella loro caccia, poiché attaccano abilmente le api a metà volo e procedono a fracassarle su superfici dure per rimuovere il pungiglione e l'eventuale veleno residuo; poi si godono il loro pasto.

I mangiatori di api sono in realtà uccelli piuttosto belli con colori vivaci e un lungo becco delicato, perfetto per la cattura delle api.

In generale, hai pochissimo controllo sui predatori di uccelli, ma stai tranquillo sapendo che qualsiasi perdita di api dovuta agli uccelli sarà in realtà abbastanza minima.

5. Ragni granchio

Non è un segreto che la ragione per cui i ragni costruiscono ragnatele è catturare altri insetti su cui banchettare. Questo non è diverso per le api che vengono catturate nella ragnatela.

Ci sono alcuni ragni subdoli, chiamati ragni granchio, che si nascondono tra i fiori preferiti delle api nella speranza di catturare la preda alla sprovvista. Questi ragni possono persino cambiare colore, mimetizzandoli contro il fiore da cui cacciano.

Poiché i ragni granchio mangiano qualsiasi cosa, a loro non importa se stanno mangiando un impollinatore ape o un altro tipo di insetto. A meno che tu non abbia un significativo problema al ragno, di solito non giustifica la preoccupazione per la perdita delle api. Tuttavia, alcune persone decidono di perseguire opzioni di pesticidi, che possono fare più male che bene alle api.

6. Scarabei dell'alveare

Il piccolo alveare è un altro insetto invasivo che si infiltra in un alveare e apre un negozio. In genere, questi piccoli coleotteri non entrano in alveari di api sane, perché rischiano di essere uccisi facilmente dalle api operaie.

Se un alveare è debole, malato o altro, gli scarafaggi possono rapidamente superare un'intera colonia o far sciamare l'alveare.

Come si difendono le api

Le api da miele tendono a prendersi cura di sé in modo eccellente, tuttavia, a differenza della maggior parte degli animali a cui teniamo, abbiamo pochissimo controllo su ciò che accade quando un'ape indaffarata lascia il suo alveare in cerca di polline.

1. La puntura

Il principale meccanismo di difesa di un'ape è la sua capacità di pungere un predatore, iniettando un veleno debilitante, a volte mortale. Perfino gli uccelli Bee Eater non sono immuni da questa linea di difesa, ed è per questo che si prendono cura di rimuovere il veleno prima di mangiare l'ape.

Sorprendentemente, solo le api mellifere possono dare una puntura ai suoi nemici e, nonostante ciò che la maggior parte della gente crede, l'ape non muore dopo aver punguto il suo attaccante, a meno che non abbia punto un mammifero con la pelle carnosa, ovvero gli umani.

Ci sono dei pungiglioni sul pungiglione di un'ape, invisibili a occhio nudo, che se immersi nella pelle di un mammifero, non possono essere rimossi; così l'ape perde il suo pungiglione e qualunque altro elemento interno lo accompagni. Detto questo, le api mellifere possono usare i loro pungiglioni come meccanismi di difesa contro altri insetti e animali non di mammifero e sopravvivere.

2. La palla calda

L'ape giapponese ha escogitato un modo ingegnoso per uccidere insetti più grandi che rappresentano una minaccia per i loro alveari, come la vespa.

Se un intruso si trova nelle vicinanze, le api muoiono per aggredire il visitatore indesiderato. Letteralmente, si riuniscono, si nascondono e quindi attaccano l'intruso.

Le api attaccano il predatore formando una "palla d'api" attorno ad esso e iniziano a sbattere le ali per creare un ambiente intollerabile, mortale, per il predatore. Il calore e il monossido di carbonio dal rapido battito delle ali battono e uccidono l'intruso.

Si spera che questo tratto possa essere allevato in altri tipi di api, ma in questo momento, c'è stato poco successo.

3. Propoli

Le api in realtà creano il proprio riduttore di ingresso con propoli, una forte miscela di cera, saliva e linfa. Raramente si sa che le api da miele intraprendono questa azione da sole. La maggior parte delle segnalazioni di un riduttore realizzato con ape arriva dopo che un riduttore artificiale è stato rimosso. Immagino che l'idea gli piacesse!

Come aiutare a difendere le tue api contro i predatori di api

Il modo in cui le api si difendono è impressionante e continuano a evolversi in modo da renderle resistenti agli attacchi esterni in libertà. Tuttavia, a volte, hanno bisogno del tuo aiuto contro i predatori di api. I seguenti suggerimenti sono modi in cui puoi dare una mano alle tue api.

1. Recinti il ​​tuo alveare

La scherma è un modo semplice per tenere grandi predatori fuori dagli alveari. Utilizzare qualsiasi cosa, dal filo di pollo alla recinzione calda, può aiutarti a tenere le zampe lontane dai tuoi preziosi negozi di miele.

2. Tieni il tuo alveare da terra

Sollevare il tuo alveare a pochi metri da terra scoraggia le puzzole da allungarsi e raggiungere il tuo alveare. Non vogliono essere punto sulle loro pance.

3. Trappole dal vivo

Le trappole dal vivo vanno bene per le creature più piccole in cerca di api, ma attenzione ... se prendi una puzzola, inizierai la giornata con il piede sbagliato. Le trappole vive funzionano meglio per predatori come procioni; tuttavia, sono più simili ai cerotti che alle soluzioni al problema.

4. Spike Strip

Ok, quindi questa misura sembra un po 'cattiva, ma ha funzionato per gli altri apicoltori. Fondamentalmente, formano una tavola con chiodi o chiodi che spuntano verso l'alto per tenere i mammiferi lontani dall'alveare. Ahia!

5. Schermi rapinatori

Si tratta di schermi pensati per tenere vespe indesiderate, derubare api o beewolves, fuori dall'alveare, consentendo alle api residenti di andare e venire. Lo schermo confonde gli insetti che non vivono nell'alveare perché possono annusare il miele e provare ad entrare dove possono annusarlo. Lo schermo consente a coloro che escono dall'alveare di imparare a uscire tenendo a bada gli intrusi.

6. Riduzione dell'ingresso

Queste sono aggiunte a un alveare che consente alle piccole api di entrare nell'alveare e non predatori più grandi come le vespe.

7. Deterrenti naturali

A volte puoi cercare odori che alcuni predatori trovano sgradevoli. Ad esempio, alcuni tipi di urina o olio di altri animali possono scoraggiare i predatori dal tentativo di entrare nel tuo alveare.

Sì, le api fanno un ottimo lavoro nel difendere la loro colonia, ma se sai chi si è tuffato nel vaso del miele, puoi anche scoprire cosa strofina i predatori nel modo sbagliato e schiera la tua migliore artiglieria.